Covid, in Germania oggi più di 20mila i nuovi contagi

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Le nuove infezioni da Coronavirus registrate in Germania nelle ultime 24 ore sono state 20.407, i decessi 306. Ad annunciarlo è stato il Robert Koch Institut questa mattina.

Con questi numeri, i ministro della Salute tedesco, Jens Spahn, èsi è detto favorevole ad un irrigidimento delle norme restrittive anti-Coronavirus al fine di contenere la terza ondata di contagi. Intervenendo sull'emittente Wdr, Spahn ha sottolineato che solo nel momento in cui il tasso di incidenza settimanale su 100mila abitanti si sarà abbassato stabilmente si potrà uscire dalla pandemia attraverso i test e i vaccini. Al momento è necessario ridurre ulteriormente i contatti privati, ha aggiunto. Dove l'incidenza supera i cento casi dovrebbe esser proibito uscire di casa, ha proseguito. "Le restrizioni sulle uscite hanno un obiettivo principale: quello di non far riunire tutti in privato di notte, per quanto difficile questo risulti essere". "Sono proprio i contatti privati...tra cui quelli che avvengono di sera e di notte, quelli che danno origine alle infezioni".

Per Spahn un altro settore rilevante è quello delle scuole e degli asili nido: è importante - ha detto - "eseguire test almeno due volte a settimana nelle scuole", così come in quelle imprese che non possono ricorrere al lavoro a distanza.

Secondo il governo, dunque, sarebbe necessario un nuovo lockdown nei 16 stati federali. "Ogni appello a favore di un breve, coerente lockdown è corretto. Sarebbe importante adottare un approccio federale comune", ha dichiarato ieri il vice portavoce dell'esecutivo, Ulrike Demmer, facendo riferimento all'alto numero di pazienti ricoverati nelle unità di terapia intensiva in Germania.