Covid, Giani: in Toscana in arrivo il raddoppio dei tamponi

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 29 dic. (askanews) - Aumento dei tamponi molecolari quotidiani per arrivare ad almeno 20.000, messa a disposizione di almeno 25.000 tamponi antigienici rapidi al giorno, rafforzamento delle tre centrali di tracciamento. Sono queste le linee d'azione individuate dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani per fronteggiare l'ulteriore impennata di casi di Covid-19 in Toscana. L'aumento dei casi a causa della variante Omicron (oggi oltre 7.300 nuovi positivi) è stato al centro di una riunione presieduta da Giani, cui hanno partecipato l'assessore alla sanità Simone Bezzini, il direttore di sanità, welfare e coesione sociale Federico Gelli, il direttore di Estar e i direttori delle Asl territoriali e ospedaliere.

"Siamo davanti a una situazione che ogni giorno diventa più complessa - ha esordito il presidente - Per farvi fronte dobbiamo da una parte restituire equilibrio al rapporto tra domanda e offerta di tamponi. L'ordinanza che è entrata in vigore oggi, e che semplifica il sistema di tracciamento utilizzando anche il test antigienico rapido per individuare i casi positivi, va in questa direzione. A questa si affianca ora uno sforzo enorme per aumentare l'offerta di tamponi molecolari e rapidi e per migliorare la nostra capacità di tracciamento dei casi".

"Sono tre le linee di intervento che abbiamo definito", spiega Giani. "Innanzitutto abbiamo stabilito di aumentare la capacità di processamento dei tamponi molecolari da parte dei laboratori pubblici per passare in pochi giorni dagli attuali 10.000 ad almeno 20.000 tamponi al giorno in modo da rispondere all'incremento vertiginoso delle richieste".

(segue)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli