Covid, Gimbe: "Aumento di casi in 7 Regioni"

·3 minuto per la lettura
(Photo by Michele Lapini/Getty Images)
(Photo by Michele Lapini/Getty Images)

In questo periodo, in Italia, si eseguono più tamponi, quindi si trovano più contagiati, ma si registra comunque un lieve aumento dei casi positivi, soprattutto in 7 Regioni. Ecco tutti i dettagli del monitoraggio della Fondazione Gimbe. I dati sono relativi alla settimana 13-19 ottobre 2021.

Da 7 settimane calo contagi, ma discesa rallenta

A livello nazionale scendono da 7 settimane i nuovi casi settimanali di infezione da Sars-Cov-2. Negli ultimi 7 giorni, tuttavia, il calo è solo dell'1,9% anche in ragione di un aumento di quasi il 50% dei tamponi: sono stati ben 930 mila in più rispetto alla settimana precedente. 

Inoltre, in 7 Regioni si registra un lieve aumento percentuale dei contagi. Si tratta di: Liguria (+14), Umbria (+19) Friuli Venezia Giulia (+114), Campania (+120), Lombardia (+129), Piemonte (+131), Lazio (+156).

Oltre 2,1 milioni di test rapidi in 7 giorni

Il numero dei tamponi antigenici rapidi ha registrato una netta impennata, aumentando del 78,5% in una settimana: la media mobile a 7 giorni è salita da 173.235 del 13 ottobre a 309.297 il 19 ottobre; complessivamente, nell'ultima settimana sono stati effettuati 2.151.081 tamponi antigenici rapidi. 

Decessi e ricoveri

Il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe rileva anche una sostanziale stabilità dei decessi (271 vs 266). In calo anche gli attualmente positivi (74.546 vs 82.546), le persone in isolamento domiciliare (71.768 vs 79.511), i ricoveri con sintomi (2.423 vs 2.665) e le terapie intensive (355 vs 370).

GUARDA ANCHE - Covid, cosa ci aspetta?

"Sul fronte ospedaliero - afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi Sanitari della Fondazione - si registra un ulteriore calo dei posti letto occupati dai pazienti Covid-19: rispetto alla settimana precedente scendono del 9,1% in area medica e del 4,1% in terapia intensiva".

A livello nazionale, il tasso di occupazione rimane molto basso (4% in area medica e 4% in area critica) e nessuna Regione supera le soglie di allerta del 15% per l'area medica e del 10% per l'area critica.

Vaccinati

La media giornaliera dei nuovi vaccinati rimane sostanzialmente stabile: è passata dai 57.275 del 13 ottobre ai 58.201 del 19 ottobre. "Tuttavia, nell'interpretare gli effetti del green pass su tamponi e nuovi vaccinati - precisa il presidente Gimbe Nino Cartabellotta - bisogna tenere conto che ogni persona non vaccinata può arrivare a sottoporsi sino a 3 tamponi a settimana, mentre per aumentare la copertura vaccinale è sufficiente che il numero di nuovi vaccinati non tenda allo zero".

Delle 407.404 nuove persone vaccinate nella settimana 13-19 ottobre, rileva Gimbe, l'86,4% appartiene a fasce anagrafiche che includono persone in età lavorativa: 78.387 nella fascia 20-29 anni, 90.960 nella fascia 30-39 anni, 85.745 nella fascia 40-49 anni, 68.812 nella fascia 50-59 anni e 27.934 nella fascia 60-69.

GUARDA ANCHE - Covid e terza dose, le cose da sapere

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli