Covid, GIMBE: giù casi (-15,8%) e morti (-24%). “Fase di plateau”

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 set. (askanews) - Secondo il monitoraggio indipendente della Fondazione GIMBE, nella settimana 24-30 agosto 2022, rispetto alla precedente, si rileva una diminuzione dei nuovi casi di positività al Covid (149.701 vs 177.877) e dei decessi (574 vs 759). In calo anche i casi attualmente positivi (660.241 vs 752.091), le persone in isolamento domiciliare (654.588 vs 745.459), i ricoveri con sintomi (5.427 vs 6.378) e le terapie intensive (226 vs 254).

In dettaglio, rispetto alla settimana precedente, si registrano le seguenti variazioni: decessi 574 (-24,4%), di cui 87 riferiti a periodi precedenti; terapia intensiva -28 (-11%); ricoverati con sintomi -951 (-14,9%); isolamento domiciliare -90.871 (-12,2%); nuovi casi 149.701 (-15,8%); casi attualmente positivi -91.850 (-12,2%).

Per Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione GIMBE, "dopo il 'rimbalzo' della scorsa settimana il numero dei nuovi casi settimanali torna ad assestarsi intorno a quota 149 mila, con una media mobile a 7 giorni di oltre 21 mila casi al giorno, documentando che da metà agosto, al di là di modeste oscillazioni, la curva è in fase di plateau".

In tutte le Regioni si registra un decremento percentuale dei nuovi casi (dal -3,2% della Basilicata al -32% della Sardegna). Rispetto alla settimana precedente, in 98 Province si rileva una diminuzione dei nuovi casi (dal -1,3% di Parma al -43% di Gorizia), nelle restanti 9 Province si rileva un incremento (dal +0,3% di Torino al +23,6% di Lecco). L'incidenza si attesta sotto i 500 casi per 100.000 abitanti in tutte le Province.