Covid, Giovanni Rezza: “Preoccupazione per le varianti, accelerare vaccinazioni”

·1 minuto per la lettura
Varianti Covid
Varianti Covid

Le varianti del SARS-CoV-2 circolano, a livello internazionale, in modo sempre più evidente e aggressivo. In Italia, si sta gradualmente osservando un progressivo incrementi di casi di positività al coronavirus dovuto alle mutazioni del virus che stanno portando all’individuazione di microzone rosse.

Giovanni Rezza, preoccupazione per le varianti Covid

Le preoccupazioni relative alla progressiva espansione delle varianti Covid sono oggetto di numerosi e frequenti dibattiti. A questo proposito, infatti, si è espresso Giovanni Rezza, direttore del Dipartimento Prevenzione del Ministero della Salute che ha dichiarato: «Quello che più ci preoccupa è la presenza di varianti virali. Quella sudafricana e brasiliana possono ridurre parzialmente l’efficacia dei vaccini, quindi dobbiamo sbrigarci nelle vaccinazioni. Intanto, non bisogna allentare le misure di prevenzione e di controllo».

Le affermazioni del direttore Rezza sono state ribadite anche del presidente dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), SilvioBrusaferro, che ha avvertito: «In 5-6 settimane, la variante inglese potrebbe sostituire il virus SARS-CoV-2 ora circolante. Il dato positivo è che comunque sulla variante inglese il vaccino risponde ed è efficace e quindi dobbiamo rafforzare le misure di mitigazione e incrementare la copertura vaccinale».