**Covid: giudice Giorgianni, ecco l'esposto all'Aia, 'Commessi crimini contro l'umanità'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 26 mar. (Adnkronos) – Il magistrato Angelo Giorgianni, in qualità di Segretario generale dell’Organizzazione Mondiale per la Vita e di Presidente dell’associazione L’Eretico ha inviato alla Corte Penale Internazionale la denuncia in "relazione ai crimini contro l’umanità che sarebbero stati commessi da vari governi nazionali e soprattutto da quello italiano" nell'anno della pandemia. Nell’atto di accusa, come anticipato oggi dall'Adnkronos, "vengono illustrate innumerevoli gravissimi disagi arrecati dalle misure di restrizione della libertà corroborati da una vasta letteratura scientifica che occupa ben 20 pagine delle 37 del documento: cure sanitarie interrotte per malattie gravi differenti dal Covid-19 (per disposizione degli ospedali o rinuncia degli interessati per paura del contagio); disturbi psichici negli adulti, con incremento di abusi di droga e psicofarmaci, apatia e depressione per la mancanza di una progettazione del futuro derivante dalla continua chiusura delle attività commerciali, pubbliche e scolastiche; disagi psichici nei bambini con incremento di casi di bullismo e autolesionismo".

"Avevamo ritenuto prudente e rispettoso per l’Istituzione Giudiziaria mantenere riservato il documento in quanto appena depositato al procuratore generale del Tribunale dell’Aja, ma l’attacco mediatico di cui siamo stati oggetto proprio il giorno successivo all’invio dell’esposto, rende a questo punto indispensabile che chiunque ne conosca i contenuti per farsi una propria idea sulla gravissima e delicata questione", ha spiegato Giorgianni in un altro comunicato ufficiale dell’Organizzazione Mondiale (OMV) per la Vita.