Covid: gli over 80 non vaccinati muoiono 13 volte di più

·1 minuto per la lettura

È allarme in Italia per gli over 80 non vaccinati. Secondo quanto scrive su Twitter l'Istituto Superiore di Sanità, che in proposito riporta i dati diffusi dal nuovo Documento esteso Covid-19 pubblicato su Epicentro, i ricoveri delle persone con più di 80 anni d'età non vaccinate sono aumentati di otto volte rispetto a quelli dei vaccinati con ciclo completo (222,5 contro 26,8 per 100mila abitanti). Ancora più preoccupante, inoltre, è il dato sul tasso dei decessi: gli over 80 non immunizzati muoiono ad un tasso che è 13 volte superiore a quello dei loro coetanei che hanno ricevuto entrambe le dosi di vaccino (129,5 contro 9,8).

Report alla mano, la maggior parte dei casi di positività al coronavirus registrata nell'ultimo mese sono stati diagnosticati in persone non vaccinate. E questo, continua il documento, conferma quindi l'efficacia dei sieri anti-Covid, che fino ad oggi hanno conferito una "forte riduzione del rischio di infezione nelle persone completamente vaccinate rispetto alle non vaccinate". La riduzione, si legge ancora, è pari al 78% per la diagnosi, al 93% per i ricoveri e al 95% per la terapia intensiva e per i decessi.

VIDEO - Vaccino covid e anti influenzale, è rischioso farli insieme?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli