Covid, Gubian (Aria): valutato sistema Poste, mancavano servizi

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 25 mar. (askanews) - Regione Lombardia ha valutato "diverse alternative" al sistema proposto da Aria per la pianificazione della campagna vaccinale in Regione e tra i sistemi considerati c'era anche quello ideato da Poste Italiane. Lo ha spiegato l'amministratore unico di Aria, Lorenzo Gubian, in audizione al Pirellone. "La prima volta che è stata fatta valutazione del sistema di Poste Italiane mancavano alcuni servizi, come gestione del magazzino, gestione degli inviti e anamnesi", ha detto il manager.

Gubian ha spiegato ai consiglieri regionali che dopo i "disguidi" nella gestione delle prenotazioni si valuta il ricorso a "penali per disservizi e stiamo intervenendo con fornitori per applicarle. Sono stati configurati errori materiali, altre volte ci sono state anche comunicate agende non correte e non imputabili al fornitore".

Ad esempio, Gubian ha citato i "problemi con i cap vecchi" inseriti sulla piattaforma che hanno provocato "disguidi e persone a essere vaccinate lontano da casa" e le code fuori dagli ambulatori dovute "alla configurazione sbagliata degli orari" di convocazione dei cittadini che dovevano vaccinarsi. "Sugli insegnanti - ha rivendicato Gubian - non risultano disservizi, stiamo finendo anche quelli".