Covid, Guerri: "Favorevole al vaccino, contrario all'obbligo vaccinale"

·1 minuto per la lettura

A favore del vaccino anti covid, ma contrario all’obbligo vaccinale. E’ la posizione dello storico Giordano Bruno Guerri che, interpellato dall’AdnKronos, commenta l’avvio della raccolta di firme per arrivare ad un referendum con cui chiedere l’abolizione del green pass obbligatorio. Green pass che, in ogni caso, Guerri definisce "una forma di controllo che comunque accetto".

“Io - racconta - mi sono vaccinato, mia moglie si è vaccinata, vaccineremo anche il figlio adolescente, mia madre che ha compiuto 102 anni si è vaccinata. Io sono favorevole al vaccino, vorrei che tutti si vaccinassero”. Detto questo, però, Guerri pone l’accento su un altro aspetto della questione, ovvero sulla libertà di seguire la compagna vaccinale in corso oppure di rifiutarla.

“Non mi sembra giusto - riflette - imporre la vaccinazione per legge. E’ vero che ci sono dei fanatici che pensano al complotto, ma le paure sono legittime e poi c’è anche gente che si documenta e che dà motivazioni magari sbagliate ma ragionevoli per non fare il vaccino. E quindi a me sembra che occorra proteggere la libertà individuale più che il gregge. E questo pur facendo parte del gregge. Non si può costringere qualcuno a inocularsi un farmaco. Lo possiamo fare con farmaci ultra sperimentati per i bambini il cui beneficio è indubbio. Ma qui ritengo che ci vuole il diritto non farlo”, conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli