Covid, il commento dell'Oms sull'andamento dei contagi

·1 minuto per la lettura
coronavirus-operatori-sanitari
coronavirus-operatori-sanitari

Nel corso del consueto appuntamento con i giornalisti nella sede centrale di Ginevra, il direttore generale dell’Oms Tedros Ghebreyesus ha voluto ricordare il sacrificio degli operatori sanitari durante la pandemia di coronavirus, spiegando come dei casi di Covid-19 registrati in tutto il mondo il 10% sia relativo proprio a medici e infermieri che si sono prodigati per assistere i malati: “Sono operatori sanitari circa il 10% dei casi Covid-19 a livello globale”.

Coronavirus, Oms sugli operatori sanitari

Durante il briefing con la stampa, Ghebreyesus ha dichiarato inoltre: “Dopo mesi di lavoro in situazioni estremamente stressanti molti operatori sanitari soffrono anche di stanchezza fisica e psicologica, sottolineando come essi abbiano svolto un ruolo di primaria importanza nel contenimento della pandemia di coronavirus anche quando ancora non erano chiare le caratteristiche della malattia: Tutti noi abbiamo un debito enorme nei confronti degli operatori sanitari, non solo perché si sono presi cura dei malati, ma perché hanno rischiato la vita in prima linea facendo il proprio dovere”. Proprio l’impegno dei medici spiegherebbe dunque l’altro tassi di contagi nella categoria.

Il direttore generale ha poi voluto ricordare le recenti cerimonie tenutesi in Spagna e Francia, quest’ultima durante i festeggiamenti per il 14 luglio, in onore degli operatori sanitari: “Non c’è salute senza operatori sanitari”, precisando come la pandemia di coronavirus abbia non solo messo in luce il ruolo di questi professionisti, ma anche: “Insegnato a noi che la salute è il fondamento della stabilità”, sia politica che economica.