Covid: il generale Figliuolo annuncia l'imminente arrivo di nuove dosi di vaccino

·2 minuto per la lettura
Vaccini, l'annuncio del generale Figliuolo
Vaccini, l'annuncio del generale Figliuolo

Nel corso della sua visita in Basilicata, avvenuta il 22 aprile 2021, il commissario straordinario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo ha rilasciato un’intervista nella quale ha fatto un importante annuncio sull’imminente arrivo di nuove dosi di vaccino in Italia e sulle relative quantità.

L’annuncio di Figliuolo

Intervistato durante una delle tappe del tour di controllo dell’andamento della campagna vaccinale, questa volta in Basilicata, il generale Figliuolo ha fatto un importante annuncio circa le dosi di vaccino che arriveranno in Italia nei prossimi dieci giorni. Ecco le sue parole:

“Voglio dare una buona notizia in terra lucana, che è questa: a parte le dosi che sono in arrivo o già arrivate che sono 1,5 milioni di Pfizer e le prime 180.000 di Johnson&Johnson, dal 27 al 29 aprile arriveranno a livello nazionale oltre 2,5 milioni di dosi e poi dal 30 fino al 4-5 maggio, perchè normalmente il mese si chiude con i primi tre quattro giorni del mese dopo, arriveranno ulteriori 2,5 anzi quasi 2,6 milioni di dosi“.

L’andamento della campagna vaccinale

Buoni i dati riguardo all’andamento della campagna vaccinale in Italia, secondo quanto riportato dal report che il governo emette con cadenza settimanale, aggiornato al 24 aprile 2021, si evince che a livello nazionale è stato vaccinato almeno un ottantenne su due, in particolare la percentuale di vaccinati over 80 sarebbe pari all’81,21% per la prima dose, mentre sarebbe del 53,81% per i soggetti della stessa categoria che hanno ricevuto anche la seconda dose.

Buona anche la percentuale per la fascia d’età compresa tra i 70 e 79 anni, che si attesta al 45,19%, in relazione ai soggetti che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino.

Sale inoltre la percentuale delle vaccinazioni effettuate agli anziani nelle Rsa, che si attesta al 94,93%.

La campagna vaccinale italiana dunque viaggia spedita e se le dosi di vaccino arriveranno puntualmente, come si prevede dall’annuncio del generale Figliuolo, si potrà mantenere l’obiettivo che il Commissario straordinario per l’emergenza Covid si è prefissato, ovvero 500mila somministrazioni al giorno entro la fine del mese di aprile.