Covid, il 'green pass' europeo sarà pronto a giugno

·1 minuto per la lettura

AGI - “Si stanno facendo progressi nell'agevolare la libertà di movimento in tutta l'Unione europea” e “il certificato Ue svolgerà un ruolo importante” quindi “siamo molto felici per l'accordo politico della scorsa settimana che segna una pietra miliare in questo senso: i cittadini saranno in grado di utilizzare un certificato reciprocamente riconosciuto per viaggiare in Europa”. Lo ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, al termine del vertice Ue.

“L'infrastruttura IT” necessaria per far funzionare il certificato digitale “sarà pronta dal primo giugno”, ha aggiunto la presidente. “Ora gli Stati membri avranno un ruolo chiave nel garantire che i sistemi sanitari nazionali ricevano le informazioni sullo stato di salute dei cittadini in modo che il certificato possa essere rilasciato”, ha precisato von der Leyen. 

“Penso che il certificato sia un'opportunità unica per mostrare come l'Unione europea contribuisce concretamente alla vita quotidiana delle persone”, ha concluso.

Bruxelles, inoltre, stima di ricevere quasi un miliardo di dosi di vaccino contro il Covid-19 nel secondo semestre. Nel dettaglio, secondo le stima, nel terzo trimestre dovrebbero essere consegnati agli Stati membri del blocco 529 milioni di dosi mentre nel quarto trimestre dovrebbero essere 452 milioni per un totale di 981 milioni. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli