Covid, il mare italiano pi trasparente e pulito dopo lockdown -4-

Red/Cro/Bla

Roma, 24 lug. (askanews) - "Al lavoro di monitoraggio che il Sistema Snpa garantisce da anni lungo tutto l'arco costiero per assicurare la balneabilit delle acque, quest'anno, su input del Ministero e con la collaborazione delle Direzioni marittime, abbiamo condotto la campagna straordinaria per indagare gli effetti del lockdown - ha dichiarato Stefano Laporta, presidente Ispra e Snpa. Uno studio che ci ha visti impegnati anche nel monitoraggio dell'aria, del suolo, dei rifiuti e su molti altri fronti legati alla salute dell'ambiente e dell'uomo. Impegno profuso da una rete di oltre 10 mila esperti su tutto il territorio nazionale". Con 457 stazioni di prelievo lungo tutto l'arco costiero nazionale, 14 Agenzie Regionali con le Direzioni marittime hanno fotografato le nostre acque marine nel periodo del lockdown.

"La campagna straordinaria di monitoraggio ambientale, svolta su indicazione del ministro dell'Ambiente" ha dichiarato il Comandante Generale delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Giovanni Pettorino " ha permesso non solo di fotografare lo stato dei nostri mari, ma di consolidare la collaborazione tra Corpo delle Capitanerie di porto e il Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente (Ispra e Arpa). Una sinergia operativa su tutto il territorio nazionale che permetter di operare in futuro in maniera ancor pi efficace per proteggere e tutelare l'ambiente marino e costiero". (Segue)

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.