Covid, il ministro degli affari regionali risponde alle critiche della Lega sugli sbarchi contagiosi

·1 minuto per la lettura
coronavirus boccia
coronavirus boccia

Il Ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia ha risposto alle critiche espresse da Matteo Salvini riguardo all’aumento dei contagi per colpa degli sbarchi, affermando che il 75% dei positivi in italia sono italiani. Sulla movida in spiaggia e i vari assembramenti, Boccia dichiara: “Il 90% degli italiani rispetta le regole“.

Coronavirus, Boccia: “Il 75% degli italiani si contagia”

Il Ministro degli Affari regionali Francesco Boccia ha commentato le critiche della Lega relative all’aumento sensibile dei contagi di coronavirus in Italia: “Solo il 25% dei positivi è staniero, il restante 75% è italiano”.

Salvini nega l’emergenza sanitaria e prova a riportare il Paese nel clima a lui congeniale di odio e rabbia su sicurezza e immigrazione“, continua il ministro. “ I migranti vengono tutti sottoposti a test e tamponi e molti ripartono immediatamente“, ha aggiunto in seguito Boccia.

Rigore e prudenza

Boccia spiega come le cause principali siano da ricercare sul territorio: “Si passa dalle feste senza regole all’imprenditore irresponsabile che, tornato dall’estero, resta in giro con i sintomi“.

Per quanto riguarda la movida e gli assembramenti, Boccia dichiara soddisfatto: “Se c’è una cosa che tutti riconoscono al governo italiano il rigore e la prudenza. La crisi degli Stati Uniti e dell’America Latina dimostra che senza salute e vita non c’è economia e business”.

“Se il 10% degli italiani persino nega il virus, il 90% rispetta le regole. Per fortuna il Paese è un modello nel mondo, come gli ultimissimi dati confermano. L’Italia è ultima in Europa per numero di contagi“.