Covid, il mondo del culturismo piange la scomparsa di Luca Pettenò: aveva 55 anni

·1 minuto per la lettura
Covid morto Luca Pettenò
Covid morto Luca Pettenò

Solo una decina di giorni prima aveva vinto una competizione di body bulding, eppure il campione Luca Pettenò ha perso un’importante battaglia, quella contro il Covid. Pettenò si è spento infatti a soli 55 anni a Mirano dove era stato ricoverato dopo essere risultato positivo al virus. Sono molte le persone nel frattempo che hanno voluto dedicare un ultimo messaggio al campione. 

GUARDA ANCHE IL VIDEO: trucchi per allenarsi senza fatica, secondo la scienza

Covid morto Luca Pettenò, la notizia circolava da qualche giorno 

Stando a quanto riporta “Il Gazzettino”, contatti e amici vicini al body builder avevano saputo la triste notizia già nella sera di martedì 21 dicembre. Si è poi presto diffusa nella “sua” Pianiga dove Pettenò aveva vissuto per diverso tempo. Era residente a Caltana di Santa Maria di Sala. L’uomo inoltre frequentava la “Linea Club” di Vigonza.

Molti dei messaggi di cordoglio provenivano proprio dai compagni di allenamento come la fitness trainer del centro Michela che sui social ha scritto: “Te ne sei andato in punta di piedi, senza fare rumore, lasciando un vuoto incolmabile. La tua casa non sarà più la stessa, noi non saremo più gli stessi. Ciao Luca, ovunque tu sia R.I.P. grande uomo”.

Covid morto Luca Pettenò, “Sono molto addolorato”

A dirsi costernato per la notizia della morte del body builder è stato lo stesso sindaco di Pianiga Federico Calzavara che si è detto “addolorato”. Il primo cittadino aveva affermato di conoscere bene l’uomo così come la sua famiglia. “Sono notizie che non vorremmo mai sentire e che speravamo non avremmo più sentito invece il covid continua a sfidarci, seppur con meno forza di un anno fa.”, ha dichiarato.

Covid morto Luca Pettenò, il funerale 

Gli ultimi saluti potranno essere dati durante il funerale che si terrà a Pianiga nella chiesa parrocchiale di San Martino. L’appuntamento è per lunedì 27 dicembre alle ore 15. Non era sposato. Lascia la madre, le due sorelle Cinzia e Loretta e i due fratelli Marco e Massimo. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli