Covid, il nuovo bollettino del Ministero della Salute

·3 minuto per la lettura
Coronavirus, bilancio del 19 luglio: 244.434 casi totali e 3 morti in più
Coronavirus, bilancio del 19 luglio: 244.434 casi totali e 3 morti in più

Come ogni giorno il Ministero della Salute, di concerto con l’Istituto Superiore di Sanità e le amministrazioni delle singole regioni, ha diramato il bilancio dell’emergenza coronavirus aggiornato a domenica 19 luglio 2020. Rispetto alla giornata precedente si sono registrati 219 casi positivi, 3 decessi e 143 guarigioni/dimissioni in più, che portano il totale il totale complessivo dell’emergenza dall’inizio della pandemia in tutta Italia a 244.434 contagi, 35.045 vittime e 196.949 guariti. Nella giornata odierna si segnalano inoltre quattro regioni dove non sono stati riscontrati casi positivi nelle ultime 24 ore e cioè le regioni Marche, Umbria, Valle d’Aosta, Molise.

Coronavirus, il bilancio nazionale oggi

Poco dopo le ore 17, il Ministero della Salute ha pubblicato su internet la tabella riepilogativa nella quale sono illustrati i dati dell’emergenza sanitaria regione per regione. Dai dati analizzati emerge ormai un sostanziale livellamento generale dei contagi su quasi tutto il territorio italiano, pur con alcune regioni in lieve crescita a causa dei focolai emersi negli ultimi giorni. Al primo posto per numero di contagi troviamo ancora la Lombardia con 7.240 casi attualmente positivi, seguita dall’Emilia-Romagna con 1.266.

Sotto i mille casi troviamo il Lazio con 872 contagi, il Piemonte con 679, il Veneto con 567 e la Toscana con 325, mentre a seguire abbiamo la Campania con 294 casi, la Liguria con 204, le Marche con 150, la Sicilia con 162, l’Abruzzo con 117 e la provincia autonoma di Bolzano con 101 contagi.

Per ultime abbiamo infine le regioni sotto i cento contagi, che stanno lentamente stabilizzandosi nel calo dei positivi a cominciare dal Friuli-Venezia Giulia con 96 casi. A seguire troviamo la Puglia con 79, la Calabria con 72, poi la provincia autonoma di Trento con 16 positivi, la Sardegna con 12, l’Umbria con 12, il Molise con 8, la Basilicata con 7 e infine la Valle d’Aosta con soltanto 3 casi di coronavirus ciascuna.

Al momento, dei 12.440 casi attualmente positivi 11.648 si trovano in isolamento domiciliare, 743 sono ricoverati con sintomi di vario genere mentre 49 sono in terapia intensiva. Si segnala inoltre un ricalcolo nei dati del Molise, che ha eliminato un caso erroneamente conteggiato come positivo il 18 luglio, e della Basilicata che nella giornata di domani comunicherà il numero esatto dei casi testati e dei tamponi effettuati.

Numero più basso di morti da febbraio

Stando ai dati del Ministero della Salute, il numero di decessi della giornata del 19 luglio è il più basso mai registrato dallo scorso febbraio, quando ancora l’emergenza sanitaria doveva entrare nella sua fase di picco. Per la precisione, i morti registrati nella giornata di oggi provengono uno dal Lazio, uno dall’Emilia-Romagna e uno dalla Basilicata.

Nessun caso positivo nelle Marche

Nelle ultime 24 ore non si sono registrati nuovi contagi da coronavirus nelle Marche, a fronte dei 964 tamponi effettuati, 497 nel percorso nuove diagnosi e 467 nel percorso guariti. Nella regione adriatica sono inoltre soltanto 3 i pazienti affetti da coronavirus ancora ricoverati negli ospedali locali, di cui uno nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Pesaro e due sono in quello non intensivo dell’ospedale di Macerata. Si segnalano inoltre 4 persone guarite rispetto a ieri.