Covid: il parroco di Codogno don Perini, 'vacciniamoci per evitare cose peggiori'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 5 gen. (Adnkronos) – "Vacciniamoci per evitare che cose peggiori accadano, questo è il segno di vicinanza da dare alla gente". Sono le parole di don Perini, parroco di Codogno sull'aumento di contagi da covid a quasi due anni dall'inizio della pandemia che vide il paese registrare il primo paziente. "Ora c'è timore -dice all'Adnkronos Don Perini- perché il contagio è ancora in corso, anche se la forma della variante Omicron è più leggera. C'è tanta gente in quarantena e in fila per i tamponi anche se l'ospedale non è impegnato con così tanti casi come due anni fa. Attualmente è una situazione gestibile, nonostante l'aumento di contagi". Conferma la sua posizione nei riguardi dei vaccini ed esorta i fedeli a vaccinarsi. "Noi insistiamo affinché le persone si vaccinino -conclude il parroco- e qui a Codogno i vaccinati sono oltre il 90%. Sarebbe bello che tutti approfittassero di questa opportunità".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli