Covid: il prof no vax Tutino a Mattarella: "Presidente sia il garante di tutti"

·1 minuto per la lettura

Roma, 21 dic. (Adnkronos) (Flo/Adnkronos)

"Il presidente della Repubblica ricordi che ha giurato di difendere la Costituzione, quella che prevede e tutela la libertà di espressione". Davide Tutino, il professore 'no vax' dell'Università di Roma tre che, per le sue posizioni critiche nei confronti delle misure anti Covid, è stato sospeso, commenta così all'Adnkronos le parole del capo dello Stato sullo spazio eccessivo ai no vax in televisione. "Mattarella ha giurato anche di difendere l'articolo 4 che tutela il diritto al lavoro, quello che ora ci viene tolto, e ha giurato di difendere l'articolo 32, che tutela l'integrità del corpo da trattamenti sanitari obbligatori che ledano la dignità umana", incalza Tutino.

Nel caso del vaccino contro il Covid, "il nostro consenso - sostiene Tutino - viene estorto, e dunque non è reale. La Costituzione evidenzia bene infatti non solo ciò che lo Stato 'può fare', ma che può farlo esclusivamente nei limiti della dignità umana". Per questo l'appello di Mattarella, ma anche di altri personaggi e giornalisti come Mentana e la Maggioni, desta nel professore "preoccupazione".

Secondo Tutino, il rischio è che si vada verso "una società in cui qualunque emergenza farà comodo per perseguitare qualsiasi minoranza". Le leggi e la Costituzione, conclude il professore, "sono fatte non per tutelare le maggioranze, ma le minoranze. Non servono per dare il potere, ma per limitarlo. Questo se lo sono dimenticati, e si chiama totalitarismo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli