Covid, il Regno Unito vieta l’ingresso ai viaggiatori dall’India

·1 minuto per la lettura
featured 1286689
featured 1286689

Roma, 19 apr. (askanews) – Il segretario per la Salute britannico Matt Hancock ha annunciato che il Regno Unito ha imposto le più severe limitazioni di viaggio all’India dopo l’esplosione di contagi nel subcontinente indiano, inserendo il Paese nella sua “lista rossa” vietando tutti gli arrivi dall’India, ad eccezione per i connazionali britannici o irlandesi, che devono comunque pagarsi 10 giorni di soggiorno in quarantena in un hotel approvato dal governo.

“Abbiamo di recente visto una nuova variante per la prima volta identificata in India. Abbiamo ora individuato 103 casi di questa variante, dei quali, di nuovo, la maggior parte hanno legami con viaggi internazionali e sono stati individuati dai nostri test alla frontiera – ha spiegato Hancock – abbiamo analizzato i campioni di questi casi per vedere se questa variante presenta delle caratteristiche preoccupanti come una grande contagiosità o resistenza ai trattamenti o vaccini, il che significa che deve essere inserita nell’elenco delle varianti che preoccupano. Mr Speaker dopo avere studiato i dati e su base precauzionale, abbiamo preso la difficile ma vitale decisione di inserire l’India nella lista rossa”.