Covid: il sindaco di Cremona, 'troppi positivi, temiamo l'apertura delle scuole'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 5 gen. (Adnkronos) – "Siamo preoccupati per l'apertura delle scuole prevista per la settimana prossima perchè con così tanti positivi c'è difficoltà nel sistema di tracciamento, attendiamo disposizioni dal governo". L'ha detto il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti all'Adnkronos dopo la riunione della cabina di regia del Comune di questa mattina che ha visto partecipare anche l'Ats e l'Asst di Cremona. "Il numero di contagi -dice il primo cittadino- è decisamente alto e significativo, come in tutta Italia. I dati mostrano che chi ha la terza dose, ha il 94% di copertura rispetto a chi non è vaccinato. Questo vale in misura inferiore, all'88%, per chi ha la seconda dose e più del 70% per chi ha solo la prima".

La soluzione, secondo il sindaco, sarebbe quella di accelerare e andare avanti con le vaccinazioni. Per incentivare le somministrazioni "noi continuiamo a lanciare appelli e fornire dati -spiega Galimberti- ma il problema sono quelli che non si lasciano convincere. Stiamo continuando a cercare di persuadere le persone che hanno ancora dei timori ma ce ne sono altre che vanno in contrasto con l'oggettività dei fatti e per loro sono necessarie regole più rigide".

Il numero di persone non vaccinate, secondo il sindaco, è un numero limitato ma l'ospedalizzazione è ugualmente alta perché devono essere rispettate le regole precauzionali. "L'hub vaccinale di Cremona sta lavorando molto ma è necessario continuare a chiedere di avere attenzione al rispetto delle regole, in particolare l'uso delle mascherine e dove serve ffp2", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli