Covid India, più di 27 milioni di contagi da inizio pandemia

·1 minuto per la lettura

Sono ormai più di 27 milioni i contagi da coronavirus confermati in India dall'inizio della pandemia. Le autorità sanitarie hanno dato notizia di 208.921 nuovi casi accertati nelle ultime 24 ore e di altri 4.157 morti, un dato che torna a salire. Il bollettino riportato dal 'Times of India' parla di 27.157.795 contagi con 311.388 decessi dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Nel gigante asiatico, con una popolazione di oltre 1,3 miliardi di persone, i casi attivi sono 2.495.591. Secondo i dati ufficiali sono 24.350.816 le persone guarite dopo aver contratto il virus.

Ieri l'India aveva segnalato 3.511 decessi e, per la prima volta da metà aprile, meno di 200.000 casi di Covid-19 (196.427) accertati nell'arco di 24 ore, ben al di sotto degli oltre 400.000 di inizio mese.

Intanto sono almeno 577 i bambini rimasti orfani in India dal primo aprile, ovvero da quando i loro genitori sono morti dopo aver contratto il Covid-19. Lo rende noto il governo di Nuova Delhi. ''Il governo dell'India intende sostenere e proteggere tutti i bambini vulnerabili dopo aver perso i genitori a causa del Covid-19. Dal primo aprile del 2021 alle 14 di ieri, i governi dei diversi stati indiani hanno confermato che 577 bambini hanno perso i genitori per il Covid-19'', ha dichiarato il ministro federale per lo Sviluppo delle donne e dei bambini, Smriti Irani.

La ministra ha quindi ribadito che ''è illegale dare orfani in adozione'' senza che venga intrapreso un iter legale e che ''questi bambini devono essere vigilati dalla commissione per il benessere del bambino che compirà le azioni necessarie''.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli