Covid, in India primi casi di 'variante inglese'

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Primi casi accertati in India della nuova variante di coronavirus inizialmente individuata nel Regno Unito. Il ministero della Salute ha fatto sapere che si tratta di sei persone rientrate di recente dal Paese: tre casi sono stati diagnosticati a Bangalore, due a Hyderabad e uno a Pune.

A livello generale in India rallentano i contagi. Gli ultimi dati ufficiali riportati dal Times of India parlano di 16.432 nuovi casi (il dato più incoraggiante dal bollettino del 25 giugno con 16.922 infezioni) e di altri 252 decessi che portano il totale dei contagi a 10.224.303 con 148.153 morti. Secondo la Johns Hopkins University, il gigante asiatico con oltre 1,3 miliardi di abitanti, è il secondo Paese al mondo - dopo gli Usa - per numero di contagi.