Covid, infettivologo Iacobello: "Festeggiamenti in piazza potenziale pericolo variante Delta"

·1 minuto per la lettura

"I festeggiamenti possono rappresentare un potenziale pericolo di un aumento della circolazione del virus. Purtroppo le scene viste in televisione ci hanno dato un quadro molto chiaro sui potenziali rischi considerando che gli assembramenti sono stati fatti da persone giovani, presumibilmente non vaccinate o con una scarsa copertura vaccinale". Lo afferma il Dottor Carmelo Iacobello, direttore dell’Uoc di Malattie Infettive dell’ospedale Cannizzaro di Catania, che intervistato dall’AdnKronos aggiunge come "ciò che è sembrato particolarmente pericoloso e’ che non c’era alcun controllo e nessun uso di mascherine. In pratica, la condizione di assembramento e vicinanza tra le persone, può rappresentare un pericolo soprattutto in considerazione di quelle che possono essere le varianti, in particolare la Delta, che sembra essere preminente in Italia".

Il dott. Iacobello si dice "assolutamente convinto che il problema non è tanto nell’organizzazione che è stata perfetta e conforme ai dettami che provenivano dal ministero della salute e dal Generale Figliuolo". "Purtroppo - evidenzia infine all’AdnKronos il direttore dell’Uoc di Malattie Infettive dell’ospedale Cannizzaro di Catania- la gente continua a non rendersi conto dell’importanza della vaccinazione. Bisogna intervenire con una azione di convincimento e di informazione diffusa, ed anche la stampa e la televisione possono avere un ruolo importantissimo, per recuperare tutti quelli che non si sono sottoposti a vaccinazione per loro scelta e non per l’assessorato o per il ministero della Salute". (di Francesco Bianco)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli