**Covid: interrogazione Pd a Lamorgese su infiltrazioni neofasciste tra no vax**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 31 ago. (Adnkronos) – "Desta crescente preoccupazione quanto riportato dagli organi di stampa in merito alle sempre più frequenti aggressioni subite da giornalisti, medici, ed esponenti di forze politiche per il semplice fatto di essere favorevoli ai vaccini o all’utilizzazione del Green pass. Minacce che purtroppo continuano ad arrivare anche oggi. Per questo abbiamo deciso di presentare un’interrogazione alla ministra dell’Interno a prima firma della capogruppo Debora Serracchiani, da svolgersi nel prossimo question time, per sapere quali iniziative il governo intenda adottare per evitare che legittime manifestazioni di dissenso si trasformino in azioni di violenza inaccettabili". Si legge in una nota del Pd.

"E se al governo risulti che le piazze e i cortei dei cosidetti movimenti NoVax e NoPass siano frequentati da veri e propri squadristi e picchiatori fascisti, e quali iniziative intenda mettere in campo per contenere tali infiltrazioni e il ripetersi di episodi di violenza. Particolarmente gravi sono apparsi gli atti di vero e proprio squadrismo compiuti nei confronti di giornalisti che erano semplicemente intenti a svolgere il proprio lavoro, e che hanno rappresentato senza dubbio un’intollerabile escalation di violenza e intimidazione ai danni di chi fa informazione".

"Siamo preoccupati – aggiunge Emanuele Fiano – che queste frange violente e neofasciste possano prendere il sopravvento nelle manifestazioni, approfittando del momento delicato che sta vivendo il nostro Paese a causa della pandemia e che in nome della sedicente difesa della libertà individuale si dia spazio a chi la libertà la vorrebbe contrastare".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli