Covid Israele, oltre 500 contagi e oggi 2 morti: primi decessi da 23 giugno

·1 minuto per la lettura

Israele registra oggi due morti per coronavirus, dopo che non vi erano stati più decessi covid dal 23 giugno. Prima di questa data non vi erano stati morti per oltre una settimana. La notizia delle due vittime arriva mentre il paese, con un tasso di vaccinati fra i più alti del mondo, sta sperimentando una ripresa di contagi legata alla variante delta. Nelle ultime 24 ore vi sono stati 518 casi positivi, superando per il terzo giorno consecutivo la soglia di 500.

Le vittime di oggi, riferisce Times of Israel, sono un uomo non vaccinato di 48 anni, che non aveva particolari problemi preesistenti di salute, salvo la pressione alta, e un anziano di 86 anni, che aveva ricevuto due dosi di vaccino. La moglie 70enne di quest'ultimo, anche lei immunizzata, è ricoverata in ospedale con il covid-19, ma non è grave.

Al momento ci sono 3.568 casi attivi di coronavirus in Israele. Le persone ricoverate sono 78 persone, di cui 46 gravi. In questo paese di 9,3 milioni di abitanti, quasi 5,7 milioni di persone hanno ricevuto almeno una dose di vaccino e 5,2 milioni sono completamente vaccinati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli