Covid Israele, salgono contagi Omicron: al via studio su efficacia quarta dose

·1 minuto per la lettura

La variante Omicron corre in Israele, dove oggi si registrano registra 1.760 nuovi casi di coronavirus su circa 94.300 test effettuati ieri. Lo riporta Ynet che cita gli ultimi dati del ministero della Salute. L'indice R è a 1,41. E sono 87 i pazienti Covid-19 ricoverati in ospedale in condizioni "gravi", quasi l'86% dei quali - sottolinea Ynet - non sono vaccinati contro il Covid-19.

La metà dei nuovi casi di coronavirus confermati in Israele viene attribuita alla variante Omicron, scrive il Jerusalem Post sulla base dei dati del ministero. Dall'inizio della pandemia Israele ha segnalato 8.242 decessi per complicanze legate al Covid-19.

Intanto ha preso il via oggi al Sheba Hospital di Tel Aviv una ricerca sull'efficacia di una quarta dose di vaccino contro il covid. Tutti i 150 medici in servizio, che allo scorso 20 agosto avevano tutti già ricevuto la terza dose, riceveranno la quarta dose di Pfizer/BioNtech. "Esamineremo gli effetti della quarta dose di vaccino sul livello degli anticorpi, sulla prevenzione del contagio, e sulla sua sicurezza", ha spiegato il direttore del reparto virologia, Gili Regev-Jochai.

Dalla scorsa settimana sono invitati a vaccinarsi con la quarta dose in Israele tutte le persone di più di 60 anni e i dipendenti di strutture sanitarie. Solo il 60 per cento dei 9,4 milioni di israeliani sono considerati completamente vaccinati, avendo ricevuto tre dosi oppure avendo ricevuto la seconda dose da meno di sei mesi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli