Covid, ISS: lenta discesa casi ma quadro resta ancora molto impegnativo

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 30 apr. (askanews) - "Si conferma la lenta discesa dei nuovi casi e del numero di pazienti ricoverati, ma il quadro complessivo resta ancora ad un livello molto impegnativo" E' quanto evidenzia il report settimanale della cabina di regia Iss-Ministero della Salute sulla situazione epidemiologica nel Paese.

"L'indice di trasmissibilità Rt calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,81 (range 0,77- 0,89), in diminuzione rispetto alla settimana precedente e sotto l'uno anche nel limite superiore - si legge -. Quattro Regioni hanno un Rt puntuale maggiore di uno. Tra queste, due Regioni (Basilicata e Sicilia) hanno una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo 2. L'incidenza è in lenta diminuzione ma ancora molto elevata per consentire sull'intero territorio nazionale una gestione basata sul contenimento ovvero sull'identificazione dei casi e sul tracciamento dei loro contatti. Di conseguenza, è necessario continuare a ridurre il numero di casi anche attraverso le misure di mitigazione volte a ridurre la possibilità di aggregazione interpersonale. E anche se scende, resta semnpre alto il numero di Regioni e Province Autonome che hanno un tasso di occupazione in terapia intensiva o aree mediche sopra la soglia critica (8 Regioni/PPAA contro le 12 della settimana precedente). Inoltre, l'ormai prevalente circolazione in Italia di una variante virale caratterizzata da una trasmissibilità notevolmente maggiore, richiede di continuare a mantenere particolare cautela e gradualità nella gestione dell'epidemia".

"È fondamentale - concludono gli esperti - che la popolazione continui a rispettare tutte le misure raccomandate di protezione individuale e distanziamento in tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo per ridurre il rischio di contagio. Si ricorda che è obbligatorio adottare comportamenti individuali rigorosi e rispettare le misure igienico-sanitarie predisposte relative a distanziamento e uso corretto delle mascherine. Si ribadisce la necessità di rispettare le misure raccomandate dalle autorità sanitarie compresi i provvedimenti quarantenari dei contatti stretti dei casi accertati e di isolamento dei casi stessi".