Covid, Iss: l'incidenza aumenta soprattutto in due aree geografiche

·1 minuto per la lettura
REUTERS/Giorgos Moutafis
REUTERS/Giorgos Moutafis

Secondo i dati della bozza del monitoraggio della Cabina di Regia sull'andamento della pandemia di Covid-19 in Italia, sono due le aree a registrare i livelli più alti di incidenza settimanale. Si tratta della Provincia autonoma di Bolzano e del Friuli Venezia Giulia, dove il valore è pari rispettivamente a 406 per 100mila abitanti ed a 289,3. 

Qui vengono segnalati anche i valori più alti per l'occupazione delle terapie intensive e dei reparti di area medica: il Friuli ha un tasso di occupazione del 13,1% per le intensive (sopra la soglia massima del 10%) e del 14,8% per l'area medica (vicino alla soglia massima del 15%), mentre Bolzano registra un tasso dell'11,3% per le intensive e del 14,2% per l'area medica.

VIDEO - Vaccino Covid: che differenza c’è tra dose booster e dose addizionale?

Inoltre, secondo l'Iss, tutte le 21 regioni/province autonome d'Italia risultano classificate a rischio moderato, ma, tra queste, "una Regione è ad alta probabilità di progressione a rischio alto secondo il DM del 20 aprile 2020": il Friuli Venezia Giulia, dove la probabilità di una escalation nei valori dell'occupazione delle terapie intensive e degli altri reparti ospedalieri nei prossimi 30 giorni viene data come superiore al 50%.

VIDEO - Covid, in Cina un mix di farmaci riduce la mortalità del 78%

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli