Covid: Iss, protezione vaccini cala nel tempo in fragili, over 80 e pazienti Rsa

·1 minuto per la lettura
featured 1523239
featured 1523239

Roma, 6 ott. (Adnkronos Salute) – A differenza delle persone sane, nelle quali la protezione dei vaccini anti-Covid a mRna si mantiene alta a distanza di mesi dalla somministrazione della seconda dose, si osserva una riduzione di tale efficacia nelle persone immunocompromesse, in quelle con comorbidità, negli over 80 e negli ospiti delle Rsa. E' quanto emerge dal quarto report sull'efficacia vaccinale, diffuso oggi dall'Istituto superiore di sanità (Iss) e curato dal Gruppo di lavoro Iss-ministero della Salute 'Sorveglianza vaccini Covid-19' .

In particolare, "nelle persone immunocompromesse si osserva una riduzione dell'effetto protettivo verso l'infezione a partire da 28 giorni dopo la seconda dose". Ma "la stima, in questo caso – precisa l'Iss – presenta una variabilità elevata dovuta in parte al ridotto numero di soggetti inclusi in questo gruppo, ma anche connessa alla diversità delle patologie presenti in questa categoria".

Quanto invece alle "persone con comorbidità , si osserva una riduzione della protezione dall'infezione, dal 75% di riduzione del rischio dopo 28 giorni dalla seconda dose al 52% dopo circa 7 mesi". Infine "diminuisce leggermente, pur rimanendo sopra l'80%, l'efficacia contro l'infezione nelle persone sopra gli 80 anni e nei residenti delle Rsa".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli