Covid, Iss: "Reinfezioni in lieve aumento al 16,7%"

(Adnkronos) - In leggero aumento le reinfezioni da Sars-CoV-2 in Italia. Nell'ultima settimana la percentuale è salita al 16,7%, rispetto al 16,2% dei 7 giorni precedenti (dato con tempi di consolidamento maggiori). Lo evidenzia il report esteso dell'Istituto superiore di sanità su 'Covid-19: sorveglianza, impatto delle infezioni ed efficacia vaccinale'.

Dal 24 agosto 2021 al 26 ottobre 2022, informa ancora l'Iss, sono stati segnalati nel Paese 1.323.088 casi di reinfezione Covid, pari al 7% del totale dei casi notificati nello stesso periodo.

Stabile rispetto alla scorsa settimana la percentuale dei casi segnalati nella popolazione in età scolare rispetto al resto della popolazione: questa quota è pari al 6,2%, rispetto al 6,9% della scorsa settimana, quindi con un lievissimo scostamento. Lo evidenzia il report esteso dell'Istituto superiore di sanità su 'Covid-19: sorveglianza, impatto delle infezioni ed efficacia vaccinale'. Nell'ultima settimana, il 17% dei casi in età scolare è stato diagnosticato nei bambini sotto i 5 anni, il 34% nella fascia d'età 5-11 anni, il 49% nella fascia 12-19 anni. Stabile rispetto ai 7 giorni precedenti il tasso di incidenza in tutte le fasce d’età - rileva l'Iss - benché i dati riferiti all'ultima settimana siano da considerare in via di consolidamento.

Allargando l'obiettivo, dall'inizio dell'epidemia sono stati diagnosticati e riportati al sistema di sorveglianza integrata 4.666.041 casi nella popolazione da zero a 19 anni d'età, di cui 23.826 ospedalizzati, 532 ricoverati in terapia intensiva e 75 deceduti.