Covid Italia, Bassetti: "Dati in calo, basta paura e governo dica cosa farà a ottobre"

(Adnkronos) - "Stanno calando tutti i numeri" dell'epidemia Covid "dall'Rt all'incidenza. Come era ampiamente previsto che accadesse. Gli ospedali sono vuoti per quel che riguarda il Covid e le poche persone che sono in terapia intensiva ci sono non per il virus ma perché con altre patologie e poche risultate positive. E' il tempo che il governo dia dei segnali, non farlo per la paura di una ripresa dell'epidemia a ottobre fa male alla psiche delle persone e anche alla politica del governo". Lo afferma all'Adnkronos Salute Matteo Bassetti, a capo della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, facendo il punto sulla situazione epidemiologica del Covid.

"Oggi avrebbe senso dire che questa estate le cose vanno meglio, raccomandiamo fortemente la mascherina per i fragili ma gli altri si godano l'estate. Sapendo però che a settembre-ottobre si dovrà fare una dose di vaccino anti-Covid di richiamo, facoltativa perché il 90% degli italiani ha tre dosi, per vivere bene l'autunno. Questo dovrebbe dire il ministro Speranza" dice Bassetti.

Poi sulla scuola: "Sta continuando questo braccio di ferro sull'obbligo della mascherina che non aiuta nessuno e non aiuta anche il dispositivo di protezione che in questo modo è svilito. Con 40 gradi voler continuare con l'obbligo della mascherina per gli studenti che devono sostenere gli esami è assurdo e fuori dal mondo. Si faccia qualcosa per cambiare".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli