Covid Italia, Brusaferro: "Situazione molto delicata, aumenta incidenza"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"Situazione molto delicata", con un crescente "numero di Regioni che segnala un aumento dell'incidenza" dei casi di covid 19 e "segnali di ripresa anche nella circolazione delle varianti comune a tutti i Paesi Europei". Sono queste le ultime notizie sul coronavirus in Italia che arrivano dal presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro nella conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio regionale sull'epidemia. "Il dato di circa il 18% di prevalenza" della variante inglese in Italia "è in linea con quelli europei, ma sappiamo che la variante inglese nell'arco di 5 o 6 settimane potrebbe sostituire completamente o quasi l'altro ceppo virale attualmente circolante", afferma.

"La situazione vede una curva stabile, ma il numero di Regioni che segnala un aumento dell'incidenza comincia a crescere, ad esempio Umbria, Toscana, nelle province di Trento e Bolzano, Molise, Liguria, Campania e Abruzzo mostrano segnali di ripresa con intensità diverse". In Italia, sottolinea Brusaferro, "popolazioni più giovani contraggono l'infezione" da Sars-CoV-2. "Questo ovviamente ha un suo significato e lo stiamo analizzando", spiega. "È un trend che si sta cogliendo anche in altri Paesi europei - aggiunge - È oggetto di un'attenta analisi e nei prossimi incontri contiamo di presentare dati di analisi un po' più puntuali anche su questo fenomeno".

"In Europa la situazione è stabile - riferisce il vertice Iss - con una circolazione del virus in tutti i Paesi Ue, in Italia ci sono zone più rosse che considerano una più elevata circolazione".

"Sono in calo i nuovi casi fra gli operatori sanitari. Questo è legato all'impatto della campagna vaccinale massiva di medici e infermieri. È un segnale importante".