Covid Italia, monitoraggio Iss: sale tasso occupazione ospedaliera

(Adnkronos) - L'ondata estiva di contagi Covid preme sugli ospedali. "Il tasso di occupazione in terapia intensiva sale al 3,9% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 14 luglio) contro 3,5% (rilevazione al 7 luglio). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale al 15,8% (rilevazione al 14 luglio) contro 13,3% (rilevazione al 7 luglio)". E' quanto emerge dal monitoraggio settimanale Covid-19 della Cabina di regia Iss-ministero della Salute.

Sono 14 le regioni e province autonome dove i ricoveri sono oltre la soglia del 15%: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, provincia di Bolzano, provincia di Trento, Puglia, Sicilia, Umbria e Valle d’Aosta. Le tabelle che l'Adnkronos Salute ha avuto modo di visionare, indicano per l'Umbria una occupazione dei posti letto in area medica al 40,6% la scorsa settimana era al 31%, per la Calabria al 30,4% e la scorsa settimana era 25,9%.

Oltre queste due regioni attenzionate, c'è il dato della Valle d'Aosta che segna un 29,4% di occupazione dei posti letto in area medica, la scorsa settimana era al 22.4%. La Sicilia è al 27,4%, la scorsa settimana era al 26,1%.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli