Covid Italia oggi, dati e contagi regioni: bollettino 27 marzo

·3 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – I contagi di Coronavirus in Italia oggi, 27 marzo, e i dati nella tabella delle regioni e della Protezione civile su ricoveri e morti. Le news sui nuovi casi di Covid, il numero dei tamponi processati e l'indice di positività regione per regione nel Paese diviso tra zona rossa e zona arancione. I numeri da Lombardia a Lazio, da Toscana a Sicilia, da Piemonte a Veneto, da Puglia a Campania.

Sono 348 i nuovi contagi da Covid in Abruzzo secondo il bollettino di oggi, 27 marzo. Nella tabella si fa riferimento a 2 morti per Coronavirus da ieri. Nelle scorse ore sono stati eseguiti 4.750 tamponi molecolari e 1.702 test antigenici. I nuovi casi hanno un'età compresa tra 6 mesi e 101 anni. Di essi 95 sono residenti in provincia dell'Aquila, 109 in quella di Chieti, 39 nel Pescarese e 98 nel Teramano. Sono complessivamente 51.794 i guariti (+383) e sono 10.413 gli attualmente positivi (-37): 623 sono ricoverati in area medica (+8), 83 ricoverati in terapia intensiva (-2), 9.707 sono in isolamento domiciliare (-43) con osservazione da parte delle Asl.

Sono 433 i contagi di coronavirus registrati oggi 27 marzo in Friuli Venezia Giulia secondo il bollettino della regione. Nella tabella sono inseriti anche 14 morti. I nuovi casi individuati su 8.021 tamponi molecolari. Sono inoltre 3.044 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 239 casi (7,85%). La percentuale di positività è del 5,40%. I ricoveri nelle terapie intensive sono 82 mentre quelli in altri reparti scendono a 645, comunica il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.

Sono 1.467 i nuovi contagi di Coronavirus in Toscana, regione che sarà in zona rossa da lunedì. Nella tabella si fa riferimento ad altri 19 morti. Oggi sono stati eseguiti 15.668 tamponi molecolari e 11.165 tamponi antigenici rapidi, di questi il 5,5% è risultato positivo.

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 1.760 (30 in più rispetto a ieri, più 1,7%), 264 in terapia intensiva (7 in più rispetto a ieri, più 2,7%). Per quanto riguarda le morti ci sono due decessi a Firenze, altri due a Prato, uno a Pistoia, sei a Lucca, uno a Pisa, due a Livorno, tre a Arezzo, uno a Siena e uno a Grosseto. Da inizio pandemia i morti sono 5.239 nella Regione.

Sono 723 i nuovi contagi di Coronavirus nelle Marche secondo i dati del bollettino di oggi, 27 marzo. Il Servizio Sanità della Regione ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 5649 tamponi: 3192 nel percorso nuove diagnosi (di cui 902 nello screening con percorso Antigenico) e 2457 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 22,7%). Dei nuovi positivi, 192 in provincia di Macerata, 208 in provincia di Ancona, 176 in provincia di Pesaro-Urbino, 44 in provincia di Fermo, 69 in provincia di Ascoli Piceno e 34 fuori regione). Il rapporto positivi/testati è pari al 9%.

Sono 143 i nuovi contagi di Coronavirus in Basilicata secondo il bollettino di oggi, 27 marzo. Si registrano altri due morti nelle ultime 24 ore. Da ieri sono stati processati 1.470 tamponi molecolari. I lucani guariti o negativizzati sono 27. I Comuni con più casi di nuovi contagi sono Matera (19) e Pomarico (14). Aggiornando i dati complessivi, i lucani attualmente positivi salgono a 4.498 (+101), di cui 4.327 in isolamento domiciliare, mentre sono 13.607 le persone residenti in Basilicata guarite dall'inizio dell'emergenza sanitaria e 419 quelle decedute. Lieve calo delle persone ricoverate nelle strutture ospedaliere, sono 171 (-1): al San Carlo di Potenza 34 nel reparto di malattie infettive, 33 in pneumologia, 15 in medicina d'urgenza, 5 in terapia intensiva e 20 in medicina interna Covid; all'ospedale Madonna delle Grazie di Matera 35 nel reparto di malattie infettive, 19 in pneumologia, 1 in medicina interna Covid e 9 in terapia intensiva. In lieve calo anche il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva, da 15 a 14.