Covid, in Italia si parte con 1,8 million di dosi vaccino Pfizer

·1 minuto per la lettura
Il vaccino Pfizer contro la malattia del coronavirus (Covid-19) al Michener Institute, a Toronto

ROMA (Reuters) - La campagna di vaccinazione in Italia partirà con 1.833.975 dosi di vaccino anti-Covid 19 distribuite da Pfizer, con l'obiettivo di somministrarle ai cittadini già prima della fine dell'anno nell'ambito di un "Vaccine Day" europeo.

Lo dice in una nota l'ufficio stampa del commissario straordinario per l'emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, dopo una conferenza Stato-regioni che ha stabilito la suddivisione delle prime dosi, da distribuire in proporzione agli abitanti ai vari territori.

L'European Medicines Agency (EMA) dovrebbe anticipare l'approvazione del vaccino sviluppato da Pfizer/BioNTech al 21 dicembre, ha detto ieri la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

In questo caso, previo via libera dell'Aifa, ci sarà, già prima della fine dell'anno, il "Vaccine Day" europeo, "così come concordato tra i ministri della Salute di Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Olanda, Spagna e Svizzera".

Nei giorni successivi, verrà invece avviata la prima sessione della vaccinazione di massa, destinata a categorie prioritarie quali operatori sanitari e sociosanitari, personale operante nei presidi ospedalieri, pubblici e privati, ospiti e personale delle residenze per anziani.

Pfizer garantirà poi una seconda fornitura che sarà di 2.507.700 dosi, che consentiranno nelle settimane successive di somministrare la seconda dose alle categorie prioritarie, nonché di avviare la vaccinazione della popolazione più fragile.

(Angelo Amante, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)