Covid, J&J potrebbe non rispettare target fornitura vaccini in primavera - NYT

·1 minuto per la lettura
Una fiala e una siringa davanti al logo Johnson&Johnson

(Reuters) - Johnson & Johnson sta registrando dei ritardi inattesi nella produzione del vaccino anti-Covid e potrebbe non essere in grado di fornire le dosi promesse al governo federale entro la primavera, come riportato dal New York Times.

Ai funzionari federali degli Stati Uniti è stato comunicato che J&J è in ritardo di due mesi sui tempi di consegna previsti in origine e che non riuscirà a rimettersi in pari prima della fine di aprile, mese entro il quale le dosi consegnate sarebbero dovute essere più di 60 milioni, scrive il quotidiano citando persone vicine alla situazione.

L'azienda e il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti non hanno immediatamente risposto a una richiesta di commento da parte di Reuters.

Qualche giorno fa l'AD di J&J aveva detto che l'azienda era sulla buona strada per avere circa un miliardo di dosi del vaccino pronte entro la fine del 2021.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)