Covid, la situazione nel mondo: preoccupa il Pakistan

coronavirus pakistan

Il Coronavirus è ancora tra noi, pensarla diversamente sarebbe un autogol terribile. Perché se è vero che in Italia, dopo mesi difficili, si è riusciti a trovare una ‘quadra’ e contenere tutti i focolai che si stanno registrando – come il caso Mondragone o Bartolini – è altrettanto vero che altri Paesi sono nel pieno della ‘battaglia’ anti-Coronavirus. È il caso, per esempio, del Pakistan che sta facendo registrare numeri da contagio alquanto alti.

Sono per l’esattezza 3.557 i nuovi casi da Coronavirus in Pakistan e 49 ulteriori decessi nell’ultimo bollettino diffuso dalle autorità sanitarie locali. In totale, per quanto concerne quest’area territoriale, sono 206.512 i contagi da Coronavirus e quello dei morti è pari a 4.167.

Coronavirus in Pakistan

Nella regione più colpita, il Punjab, i casi hanno superato quota 8mila, mentre nella regione del Sindh sono a quota 74.778.

Ma in Pakistan ci sono buone notizie: finora, con ultimo aggiornamento al 29 giugno, sono guarite 95.407 persone, di cui 2.783 riportate nell’ultimo bollettino. Secondo i dati forniti dal Ministero della Salute locale, però, almeno 2.805 pazienti sono in condizioni critiche.

La situazione negli Usa

Nel resto del mondo, invece, continua a preoccupare la situazione Stati Uniti dove il Coronavirus è in espansione. Gli Usa rappresentano l’area territoriale più colpita al mondo dalla pandemia con 125.768 morti su oltre 2,5 milioni di casi.

A Los Angeles e in altre sei contee californiane è stato ordinato di chiudere di nuovo, mentre parti del Paese reintroducono le misure restrittive per cercare di arginare il recente nuovo balzo di contagi da Coronavirus. Tutto ciò mentre l’Unione Europea dovrà decidere se chiudere o meno ai viaggiatori provenienti dagli Usa.