Covid: la Spagna ordina l'abbattimento di quasi 100.000 visoni

·1 minuto per la lettura
Esemplare di visone (Pixabay)
Esemplare di visone (Pixabay)

Le autorità spagnole hanno ordinato l'abbattimento di quasi 100.000 visoni a seguito dello scoppio di un focolaio in una fattoria dove gli animali venivano allevati.

LEGGI ANCHE: Scoiattolo con la peste in Colorado: scatta l'allarme

Come riporta la Cnn, il Dipartimento dell'Agricoltura, del bestiame e dell'ambiente della regione spagnola dell'Aragona ha dichiarato di aver ordinato la macellazione di 92.700 visoni dopo che sette lavoratori di una fattoria a Taruel sono risultati positivi al COVID-19. I test condotti sugli animali avevano evidenziato che l’87% del campione era infetto.

GUARDA ANCHE: Spopolano le ciglia finte di peli di visone

Il dipartimento non ha affrettato conclusioni sulla trasmissibilità da animale a uomo o viceversa e non ha rilevato alcun comportamento anomalo nei visoni positivi al Coronavirus, ma ha comunque deciso per l’abbattimento come misura preventiva.

GUARDA ANCHE: Covid-19, Paesi Bassi: 1500 visoni abbattuti perché infetti

Non è la prima volta che le fattorie dove vengono allevati visoni sono origine di nuovi focolai da coronavirus.
Nei Paesi Bassi da maggio sono stati abbattuti fino a milioni di visoni in circa 12 allevamenti, secondo l'ente umanitario Humane Society International.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli