Covid, la variante giapponese resiste ai vaccini?

Scoperta nell’ospedale universitario di Tokyo la mutazione del covid-19, E484K.

10 pazienti covid su 14, pari al 70%, sono risultati positivi alla variante.

La notizia diffusa dall'emittente pubblica giapponese Nhk e riportata dall'agenzia Reuters desta preoccupazione soprattutto per il maggior grado di contagiosità e per la resistenza ai vaccini.

Una rassicurazione arriva però in un tweet di Roberto Burioni, professore di Virologia all’Università San Raffaele di Milano: «La variante B.1.351 (sudafricana) contiene la mutazione E484K (Eek) della quale tanto sentite parlare in questi giorni. Il vaccino Pfizer sembra essere molto efficace contro di essa».