Covid, Lamorgese: "Fare tutto per evitare nuovo lockdown"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Dobbiamo fare di tutto come governo per evitare un nuovo lockdown perché avrebbe conseguenze di carattere sociale, economico e anche con riflessi di ordine pubblico. Serve un grande senso di responsabilità per affrontare questo momento difficile in vista della pandemia che purtroppo sta avendo i picchi previsti". Lo ha detto il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, ospite a Rai News 24.

"Coi sindaci abbiamo avuto una riunione molto costruttiva due giorni fa - ha aggiunto Lamorgese -, subito dopo il dpcm sul quale avevano manifestato perplessità perché si erano sentiti un po' abbandonati, ritenendo che tutto il peso dovesse ricadere su di loro. Così non è, ci siamo chiariti: molto faremo noi come amministrazione dell'Interno, insieme è il momento della sintesi tra le nostre Istituzioni e in sede di Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica verranno anche stabilite le modalità di controllo che vedranno in prima linea le forze di Polizia insieme alla Polizia Locale e ai militari di Strade Sicure".

"Abbiamo circa 93mila agenti di Polizia di Stato - ha precisato il ministro -, 103mila carabinieri, 57mila finanzieri, per di più abbiamo anche 7050 militari di Strade Sicure più 753 previsti in aggiunta proprio per questo periodo di pandemia. Durante il lockdown sono state mandate su tutto il territorio circa 425mila unità di rinforzo, laddove ci fosse bisogno di altre risorse lo stabiliremo in sede di comitato anche in relazione a quelle disponibili".