Covid: Landini, green pass? ‘Non sia strumento distrazione di massa’

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano 9 set. (Adnkronos) – “Non vorrei che diventasse una strumento di distrazione di massa”. Lo ha detto a proposito della discussione sull’estensione del green pass il segretario generale della Cigl Maurizio Landini, intervenendo alla festa nazionale di Sinistra Italiana a Milano.

“Noi non siamo fuori dalla pandemia e quindi in questo contesto estendere la vaccinazione è un tema fondamentale per cui bisogna muoversi e impegnarsi. Come Cgil abbiamo rilanciato in questi giorni una campagna. Pensiamo che sia il momento di discutere con le persone per evitare divisioni e lacerazioni, che è il rischio che io vedo”, ha detto Landini, esortando però ad affrontare la discussione sul green pass “per quella che è”.

“Vedo anche il rischio – ha aggiunto il segretario della Cgil – che si sta facendo una grande discussione su green pass e vaccinazioni ma non si sta discutendo di dove spendere i soldi per rafforzare la sanità pubblica sul territorio. Non vorrei che diventasse una strumento di distrazione di massa, che rischia di spostare da questioni che devono essere affrontare”.

Oltre al rafforzamento della sanità territoriale "se davvero si vuole sconfiggere questo virus e le sue varianti”, secondo Landini bisogna fare “la battaglia, che è decisiva, per sospendere i brevetti e per la vaccinazione mondiale”, dato che “mentre qui stiamo discutendo della terza e in alcuni Paesi discutono della quarta vaccinazione, abbiamo ancora intere zone del mondo in cui si continua a morire perché non sono in grado di poter fare neanche la prima vaccinazione”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli