Covid, Lega: dal governo attentato alla Lombardia

red-fcz
·1 minuto per la lettura

Milano, 5 nov. (askanews) - Un "vero e proprio attentato ai danni della Lombardia" con un "tentativo vergognoso di affossare il processo di autonomia". Così il gruppo della Lega alla Regione Lombardia attacca la decisione del governo classificare la Lombardia come zona rossa. "Se qualcuno crede che non ci siamo accorti di cosa stia capitando, si sbaglia di grosso", avverte Roberto Anelli, capogruppo del Carroccio al Pirellone. "Dietro a questa decisione - aggiunge il leghista - si cela l'intenzione di distruggere economicamente la nostra Regione, un'operazione subdola e spietata, fatta sulla pelle dei lombardi, con il solo scopo di impadronirsi della Lombardia e di affossare definitivamente il processo di autonomia, richiesto a gran voce dai nostri cittadini. Non è un caso che le zone rosse decise da Conte e compagnia coincidano con buona parte delle Regioni di centrodestra, mentre si è deliberatamente escluso altre realtà, dove fino a ieri c'erano code di ambulanze fuori dagli ospedali". Il suo è un messaggio per il governo: "Se pensano che cadremo nella trappola stanno commettendo un grossolano errore di valutazione e sottovalutano i lombardi, che non si lasceranno abbindolare da questa subdola operazione. La Lega - conclude Anelli - porterà avanti la battaglia autonomista con il doppio della determinazione e terremo bene a mente come il Governo ha trattato la Lombardia nel momento più duro e qualcuno ne dovrà rispondere".