Covid: Lega, 'Zingaretti tuteli i precari della sanità'

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

''Non è più rinviabile l'internalizzazione e la stabilizzazione dei precari del servizio di emergenza-urgenza, promessa in pompa magna dalla giunta Zingaretti già in precedenza all'uscita del commissariamento della Sanità, alla luce delle evidenti difficoltà di Ares 118. Perché si procede nelle altre Regioni e non nel Lazio? Il paradosso dei paradossi, che persiste anche nella fase pandemica, rappresenta il reclutamento di autisti in possesso di patente di guida di tipo B senza una comprovata esperienza nell'ambulanza''. Lo dice il capogruppo della Lega in Consiglio regionale del Lazio, Orlando Tripodi, presentando una mozione alla giunta Zingaretti, insieme al senatore del Carroccio e al responsabile dell'organizzazione del partito, William De Vecchis.

''Occorre tutelare senza se e senza ma - sostengono Tripodi e De Vecchis - i lavoratori che garantiscono da anni professionalità e abnegazione, colmando le carenze del servizio pubblico. Non bastasse, il futuro degli operatori e delle loro famiglie è incerto nel bel mezzo dell'emergenza Covid-19, purtroppo non è pervenuta alcuna rassicurazione sia dalla Regione Lazio sia dall'Ares 118. Continueremo attraverso le interrogazioni, le mozioni e qualsiasi strumento in nostro possesso a tutelare i diritti dei lavoratori e a far rispettare gli impegni assunti con gli eroi del comparto sanitario'', concludono il capogruppo regionale e il senatore della Lega.