Covid, Letta: "Chi non si vaccina è contro la libertà degli altri"

·2 minuto per la lettura

"Chi non si vaccina e non si vuole vaccinare è contro la libertà degli altri e non può essere premiato. Chi è ambiguo e vaccinazioni è contro la salute degli italiani, chi è ambiguo su green pass e vaccinazioni è contro le imprese e i lavoratori". Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, chiudendo la Festa dell'Unità di Bologna, sottolineando che "dobbiamo completare la campagna vaccinale, per rendere l'Italia completamente libera". "Senza i 10 mln di italiani che ancora mancano all'appello delle vaccinazioni non ce la faremo. Siamo davanti al passaggio più duro. Oggi è il momento della verità. Il vaccino è libertà", ha aggiunto.

Letta si è quindi preso un impegno: "La scuola sarà in presenza per tutto l'anno. Mai più in Dad", ha assicurato. E ha aggiunto: "Anche grazie al Pd che il governo sta facendo ciò che sta facendo. Noi lo stiamo sostenendo e lo sosterremo lealmente e vogliamo che il governo Draghi duri fino alla scadenza naturale della legislatura. Vogliamo soprattutto con determinazione che il governo attui un programma di riforme che finora non si sono riuscite e fare".

Infine, parlando delle elezioni ha chiosato: "Stiamo entrando in una fase nuova che sarà caratterizzata da un bipolarismo estremo, rispetto al quale le amministrative e le suppletive, ci porteranno in un nuovo schema politica. O si sta di qua o di là. Questo bipolarismo ha una novità: dall'altra parte non c'è più Berlusconi che era comunque legato al Ppe a una logica ben diversa alla quale sono formalmente legati, Salvini e Meloni, che sono legati non alla destra ma all'estrema destra".

"Fidiamoci da questa pandemia non si uscirà a destra ma si uscirà andando verso i valori della solidarietà, della giustizia e della coesione sociale. Da questa pandemia si uscirà laddove siamo noi".

"Non ho nessun dubbio nel ribadire che le nostre battaglie sui diritti, troveranno non solo nuova linfa e nuova forza. Arriveremo all'approvazione finale del ddl Zan, così come vogliamo usare l'anno e mezzo di legislatura che abbiamo davanti per recuperare l'errore che fu fatto nella scorsa legislatura, nel non varare una legge sulla cittadinanza", ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli