Covid: Locatelli, 'nel Paese c'è malessere sociale, incomprensibili cortei violenti'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 7 nov. (Adnkronos) – "Dopo una fase di solidarietà espressa a livello nazionale, c'è stata una sorta di malessere sociale anche motivato da profondo disagio economico che è cresciuto, però le manifestazioni le trovo difficilmente comprensibili per non dire al limite dell'ingiustificabile soprattutto quando poi sfociano nelle violenze che qualche volta le hanno connotate". Così Franco Locatelli, coordinatore del Cts e presidente del Consiglio superiore di Sanità, ospite a 'Mezz'ora in più' su Rai3.

"Di fatto tutto quello che è stato fatto in questo Paese è stato cercare di offrire le migliori condizioni di protezione e abbiamo la situazione più favorevole d'Europa esattamente per vaccini, mantenimento delle mascherine, Green pass sono stati tre pilastri fondamentali", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli