Covid, Locatelli: vaccino a 5-11enni è opportunità di protezione

·1 minuto per la lettura
featured 1535382
featured 1535382

Roma, 5 nov. (askanews) – “L’American Academic of Pediatrics, la Società italiana di pediatria hanno preso una posizione largamente a favore della vaccinazione dei minori. C’è una quota piccola ma non irrilevante di bambini che necessitano di ricovero, a volte in intensiva, magari per aver sviluppato una sindrome multinfiammatoria sistemica e pochissimi che hanno perso la vita e non tutti avevano altre patologie concomitanti; lo studio ha confermato profilo di sicurezza e risposta coerente con quelli per gli adolescenti, io credo sia improprio parlare di rapporto benefici-rischi in una situazione in cui le miocardite e le pericardite post-vaccino ci sono in forme lievi e reversibili mentre il rischio di svilupparle è molto più elevato con infezione da Covid, e c’è anche il beneficio per i bambini di poter mantenere gli strumenti formativi ed educativi in forma più consistente, inutile lamentarci se non facciamo di tutto per garantirgli la presenza a scuola; che poi serva anche a ridurre la circolazione del virus in generale è un valore aggiunto”.

Così il coordinatore del Cts Franco Locatelli, in una conferenza stampa con il ministro della Salute Speranza e il commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, il generale Figliuolo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli