Covid Lombardia, 269 nuovi casi e nessun morto

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

In Lombardia, per il secondo giorno consecutivo, non si registra alcun decesso da coronavirus. Mentre a fronte dell'altissimo numero di tamponi effettuati, pari a 16.561, sono 269 i nuovi positivi riscontrati (di cui 20 'debolmente positivi' e 9 a seguito di test sierologico) con un rapporto tra tamponi e numero di positivi pari a 1,6%. E' quanto emerge dai dati diffusi dalla Regione.

Aumenta il numero di guariti/dimessi (+87), per un totale di 75.988 di cui 1.265 dimessi e 74.723 guariti. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 17 (+2), mentre i ricoverati non in terapia intensiva sono stabili a 158. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono decedute in Lombardia 16.857 persone e i tamponi complessivi effettuati sono 1.517.718. Sono 102 i nuovi casi di coronavirus nella provincia di Milano, di cui 66 a Milano città.

"I dati di oggi si caratterizzano per l'elevato numero di tamponi effettuati, 16.561, dai quali sono scaturite 269 positività. Circa 2/3 di queste sono determinate da rientri in Lombardia dall'estero. Ben 214 dei casi positivi odierni sono riferiti a persone con età inferiore a 50 anni, 28 di questi sono minorenni" spiega l'assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera, commentando i dati odierni.

"Prosegue intanto l'attività di screening con i test molecolari negli aeroporti - sottolinea Gallera - a Malpensa, dove l'orario è stato esteso fino alle 19.30, sono stati eseguiti 10.800 tamponi, a Linate 1.024, nello spazio allestito accanto alla Fiera di Bergamo per chi proviene dallo scalo di Orio al Serio 1.859". Il 93% dei cittadini testati è italiano: il 56 rientrava dalla Grecia, il 40 dalla Spagna, il 2 dalla Croazia e altrettanti da Malta. Fra gli stranieri sottoposti a tampone, il 52% proviene dalla Spagna, il 43 dalla Grecia e il 5 dalla Croazia.

"Negli ambulatori allestiti dalle Asst della Lombardia - prosegue l'assessore - continuano in modo incessante i test sierologici gratuiti e su base volontaria agli insegnanti e operatori scolastici: finora abbiamo registrato circa 40.000 prenotazioni". L'incremento dei casi positivi, in Lombardia come nelle altre regioni, viene sottolineato inoltre nella nota di Regione Lombardia, va sempre rapportato al numero dei tamponi effettuati. Senza mai dimenticare che, se si ragiona in termini di confronti assoluti, il numero degli abitanti della Lombardia è pari a 1/6 della popolazione nazionale.