Covid, Lombardia chiede a ministero via libera a tampone salivare

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 21 apr. (askanews) - Regione Lombardia ha scritto al ministero della Salute per ottenere il via libera a utilizzare su tutto il territorio i tamponi salivari. Lo ha spiegato in audizione al Pirellone il dg Welfare della Regione, Giovanni Pavesi. Il manager ha spiegato che dopo una sperimentazione al comune di Bollate (Milano) "in questa settimana è partita una lettera precisa dell'assessore Moratti a Rezza per chiedere che ci venga formalmente autorizzato l'utilizzo del tampone salivare molecolare" sul territorio.

La sperimentazione, ha spiegato Pavesi, "ci porta a chiedere che questo strumento venga generalmente autorizzato su tutto il territorio regionale" perché viene ritenuto "uno strumento molto importante soprattutto in questa fase di riapertura delle scuole", ha detto Pavesi. La prima richiesta, ha poi precisato, risale già ad "alcune settimane fa, ora l'abbiamo riproposta" in attesa di una risposta puntuale da parte del ministero della Salute.

L'utilizzo dei tamponi salivari consentirebbe, ha chiosato Pavesi, "una minore invasività e può consentire anche una fase auto-somministrativa che non impegna il nostro personale" anche se "non significa che il tampone salivare non ha lo stesso percorso di diagnosi e sengalazione del positivo".