Covid, Lombardia: da domani prenotazioni quarta dose over60 e fragili

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 12 lug. (askanews) - A partire dalla 9 di domani, il portale (https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/) di Poste Italiane sarà abilitato alla prenotazione della quarta dose da parte delle persone da 60 anni in su e persone con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti o preesistenti da 12 anni in su. Lo ha annunciato Regione Lombardia, spiegando che la circolare del ministero della Salute sull'"Estensione della platea vaccinale", "estende alla popolazione sopra indicata la possibilità di effettuare un secondo booster con vaccini a mRNA ai dosaggi autorizzati per la dose booster e per età (dai 12 ai 17 anni con il solo vaccino Comirnaty al dosaggio di 30 mcg in 0,3 mL; a partire dai 18 anni con vaccino a mRNA, al dosaggio di 30 mcg in 0,3 mL per Comirnaty e di 50 mcg in 0,25 mL per Spikevax), purché sia trascorso un intervallo minimo di almeno 120 giorni dalla prima dose di richiamo o dall'ultima infezione successiva al richiamo (data del test diagnostico positivo)".

La Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia "evidenzia che la circolare del ministero della Salute modifica l'indicazione precedente e raccomanda di procedere alla 'second booster', a distanza di 120 giorni, anche nel caso di infezione accertata dopo la prima dose booster". Questa indicazione, pertanto, "sarà immediatamente attuata nei Centri vaccinali, anche prevedendo l'estensione degli orari di apertura delle linee in considerazione del possibile aumento della richiesta, e comunicata alle RSA/RSD, al fine di procedere con l'offerta attiva agli ospiti che non sono stati vaccinati con la seconda dose di richiamo in ragione di infezione avvenuta dopo il primo richiamo". Il Gruppo di Coordinamento Vaccinazioni anti Covid-19, sulla base del monitoraggio delle prenotazioni, convocherà a breve un incontro per un allineamento sulla programmazione estiva delle aperture dei Centri Vaccinali.

"L'estensione della possibilità di somministrare la quarta dose agli over 60 è di grande importanza per fronteggiare il rialzo dei contagi in atto, soprattutto per ridurre sensibilmente il rischio di contrarre il Covid in forma grave e quindi i ricoveri in ospedale o addirittura in terapia intensiva" ha spiegato la vicepresidente e assessora al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, sottolineando che "resta valida la raccomandazione alla prudenza evitando assembramenti, l'uso della mascherina e il lavaggio frequente delle mani".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli