Covid: in Lombardia obiettivo 18 luglio per chiudere campagna di massa/Adnkronos

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 1 apr. (Adnkronos) – Ci sono molte variabili, ma il "modello israeliano" impostato da Guido Bertolaso per la campagna vaccinale in Lombardia porta al 18 luglio la data-obiettivo per dare almeno una dose a tutti i lombardi che ne faranno richiesta. La condizione è che arrivino tutti i vaccini previsti dal Governo e che i centri vaccinali massivi scelti siano in grado, come minimo, di somministrare 144mila dosi al giorno. Per adesso, ci sono ancora gli over 80 da finire e che saranno conclusi – almeno con una prima dose – l'11 aprile. "A oggi siamo al 63% degli over 80", ha sottolineato il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, in conferenza stampa.

Dal giorno seguente, 12 aprile, si partirà con i lombardi della classe 75-79 anni, circa 449mila cittadini. La grande novità è l'attivazione del portale di Poste, che dovrebbe superare definitivamente i problemi informatici di Aria: attivo da domani alle 8 di mattina, consentirà subito ai 75-79enni di prenotarsi. Per loro, si cercherà di chiudere il 27 aprile. Nel frattempo, però, anche altre categorie potranno iniziare a prenotarsi. La scaletta della Regione prevede che i 70-74enni, circa 546mila persone, possano accedere alla prenotazione dal 15 aprile. Nella migliore delle ipotesi, potrebbero essere vaccinati dal 27 aprile e finire, sempre con una dose, l'8 maggio.

I 60-69enni, che sono 1,18 milioni, inizieranno con il sistema 'a regime' ma potranno prenotarsi già dal 22 aprile. A loro i vaccini potrebbero essere somministrati a partire dal 9 maggio per finire, nella migliore delle ipotesi, il 18 maggio. Questa fase della campagna di massa potrà contare su circa 65mila dosi al giorno e 210 centri vaccinali attivi. A inizio maggio, quando ci saranno forniture maggiori di vaccini, "arriveremo a mille linee vaccinali nel complesso e una produzione quotidiana che supererà i 144mila previsti, una cifra comunque prudenziale", ha spiegato Bertolaso.